Archive for the ‘Operazione 99 kg’ Category

Morte dopo un intervento di chirurgia bariatrica

mercoledì, luglio 9th, 2008

Muore dopo interventi per dimagrire

Napoli, la Procura apre un’inchiesta

Una 36enne, Angela Origine, è morta a Napoli dopo essere stata sottoposta a 7 interventi chirurgici per combattere l’obesità: sulla vicenda, verificatasi nell’ospedale degli Incurabili, è stata aperta un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica. Le operazioni dovevano farle ridurre il peso da 140 a 90 chili, ma dopo il primo intervento chirurgico sono subentrate complicazioni.

L’inchiesta è partita su segnalazione dei familiari della donna che, dopo la morte della loro congiunta, si sono rivolti alla magistratura per fare chiarezza sull’accaduto.

Morta la donna più grassa d’Italia

Pesava 250 chili e aveva 50 anni

E’ deceduta martedì Elisabetta Papi, ritenuta la donna più grassa d’Italia, perché pesava 250 chili. La donna, di 50 anni, era stata recentemente operata di “bypass intestinale” in una struttura privata a Bologna ed è morta a Roma all’Ospedale S. Giovanni dove era stata ricoverata d’urgenza lo scorso 6 Giugno per l’insorgere di alcune complicazioni.

Dopo un mese di degenza nel reparto di Terapia Intensiva, prima, e nel reparto di Rianimazione, poi, è morta per arresto cardiaco. La donna era finita su tutti i giornali e telegiornali ai quali aveva voluto raccontare la sua storia e le difficoltà incontrate e legate alla sua obesità.

Un intervento di chirurgia bariatrica è pur sempre un intervento chirurgico con tutti i rischi annessi e ad esso connessi, per questo per dimagrire ho scelto la strada della “rieducazione alimentare”.

12 aprile 2008 : diario alimentare

domenica, aprile 13th, 2008

Che bello! Finalmente una giornata nella quale i politici devono tacere per legge, non si potrebbe aumentare il numero di questi giorni ?

Oggi ci siamo coccolati, siamo andati a cena fuori, ce lo siamo meritati, in un certo modo sono riuscito a contenermi, volevo prendere la frittura di calamari alla fine ho preso una bella insalatona, l’unica cosa alla quale non riesco a tratternermi è quando vedo il cestino del pane, ieri sera ne ho fatti fuori 2 quasi da solo, ad Olga ho lasciato solo 3 fettine.

Ho deciso che da domani cambio obiettivo, ma ne parlerò più dettagliatamente nel prossimo post.

Diario alimentare del 12 aprile 2008

Colazione : 4 fette biscottate, marmellata senza zucchero al mirtillo

Pranzo : pollo al forno, lattuga, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Cena : impepata di cozze, insalatona, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 1 birra media, pane

11 aprile 2008 : diario alimentare

venerdì, aprile 11th, 2008

La monnezza elettorale continua ad arrivare nella cassetta delle lettere, il più imperterrito è un certo Filippi della Lega Nord, in 2 settimane avrò ricevuto almeno 5-6 comunicazioni, se avesse allegato ad ogni lettera o volantino un bel bigliettone da 200 euro sicuramente mi avrebbe fatto più felice.

Ormai proprio tutti i partiti mi hanno gentilmente contattato tramite la cassetta delle lettere, spero di poter ricambiare a tutti loro, specialmente se mi danno il loro indirizzo di casa e se le poste applicheranno anche a me la tariffa agevolata, meno male che oggi è venerdi quindi è finita la campagna elettorale e fino a lunedi pomeriggio non si udiranno più boiate dai mezzi di (dis)informazione.

La settimana lavorativa è stata molto impegnativa, per non dire che è volata via velocemente, ma quando la mente è impegnata anche il tempo sembra passare più in fretta, stasera sono arrivato a casa particolarmente stanco, meno male che davanti a noi c’è tutto il week end per riposare.

Finalmente ho riavuto notizie di pg il mio compagno di avventura con il Dott. Andrea Tondini, anche lui viaggia verso i 99 kg. anche se dal suo blog non ho mai capito esattamente da quanto è partito e a quanto deve arrivare.

Anche in mensa sto imparando a “tarare” il cibo anche se le razioni sono miserucce ed arrivo intorno alle 15.00 con un buco nello stomaco di immani dimensioni, meno male che con me mi porto sempre un pò di frutta per arginare la fame.

Ecco i diari alimentari degli ultimi 2 giorni.

Diario alimentare del 10 Aprile 2008

Colazione : camomilla dolcificata, 5 fette biscottate integrali

Pranzo : prosciutto e mozzarella, insalatona (lattuga,carote e cappuccio), 1.5 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Cena : insalata di pomodori, bastoncini di surimi, 1.5 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 bicchiere di vino rosso

Spezzafame : 2 mele croccantissime.

Diario alimentare del 11 aprile 2008

Colazione : camomilla dolcificata, 5 fette biscottate integrali

Pranzo : anelli di calamaro al sugo, piatto unico di verdure lesse con cavolfiore, carote e fagiolini, 1.5 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Cena : bastoncini di surimi, carote grattugiate crude, funghi porcini, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.

Spezzafame : 1 mela (stamattina nelle fretta invece di  2 ne ho preso soltanto 1)

09 aprile 2008 : diario alimentare

mercoledì, aprile 9th, 2008

Ormai le elezioni sono sempre più imminenti, la cassetta delle lettere continua ad essere indondata di monnezza propagandistica di gente che ti chiama “caro” o “carissimo” ed anche i candidati ormai sono talmente alla frutta che o sparano una marea di minchiate oppure si smentiscono prima di parlare.

L’ultima “uscita” di uno dei candidati che ha proposto per i magistrati una visita per verificare la “sanità mentale”, senza curarsi poi troppo delle sparate di alcuni dei suoi alleati, diciamo che anche io sarei propenso per verificare la “sanità mentale” ma non dei magistrati che ogni giorno sono in prima linea a combattere il crimine, ma dei candidati premier, sicuramente ci saranno una marea di sorprese e di certo si libereranno un sacco di posti in parlamento.

Il lavoro procede bene, le giornate continuano a passare velocemente ed anche le abitudini alimentare sono riuscite ad adeguarle a quello che passa la mensa, ormai prima di prendere qualcosa guardo attentamente come è stato preparato.

Diario alimentare del 08 aprile 2008

Colazione : camomilla dolcificata, 5 fette biscottate

Pranzo : petto di pollo ai ferri, insalatona, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Cena : melanzane,zucchine e pepeperoni in padella, pesce spada, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, fragole

Spezzafame : 5 clementine

Diario alimentare del 09 aprile 2008 

Colazione : camomilla dolcificata, 5 fette biscottate.

Pranzo : seppioline al sugo, insalatona, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Cena : verza, pesce spada, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 1 bicchiere di vino

Spezzafame : 2 mele rosse e croccantissime.

07 aprile 2008 : diario alimentare

lunedì, aprile 7th, 2008

Ormai si avvicinano le elezioni e come sempre i politici o gli aspiranti tali si ricordano di te, si ricordano del tuo indirizzo e non fanno mai mancare nella tua cassetta delle lettere i loro bei faccioni sorridenti pieni di promesse elettorali, peccato poi che quando poi saranno eletti e sarai tu ad aver bisogno di loro si renderanno improvvisamente irreperibili.

Il più costante nell’intasare la cassetta delle lettere è un signore della Lega Nord che non conosco e che non avrà mai il mio voto, peccato sprecare così tanta carta, speriamo almeno che il suo volantino sia stampato su carta riciclata.

Ho fatto un censimento dei partiti che mi hanno “disturbato” con l’invio dei loro volantini e delle lettere, ce ne sono un paio che non lo hanno fatto ed è ad uno di questi che sarà indirizzato il mio voto alle prossime politiche.

Veniamo al diario alimentare, oggi per la prima volta ho preso il secondo caldo in mensa, 2 fettine di tacchino al forno, entrambe non pesavano nemmeno 100 gr., il tutto contornato da una bella insalata di lattuga e carote, diciamo che per fortuna mi ero portato dietro delle clementine perchè intorno alle 15.30 aveo una specie di buco nello stomaco.

Il lavoro va bene, ormai penso di essermi ambientato bene e le giornate “volano” anche perchè sono sempre abbastanza impegnato, i colleghi sono cordiali e gentili e non fanno mai mancare il loro supporto e le loro spiegazioni, speriamo di continuare così. Oggi al ritorno ci ho messo quasi 90 minuti ad arrivare a casa, ad un certo punto la statale era bloccata ed abbiamo dovuto fare una deviazione, quasi quasi mi perdevo in mezzo ai campi, meno male che avevo con me il navigatore che mi ha riportato sulla “retta” via.

Diaro alimentare del 06 aprile 2008

Colazione : fettina di casatiello

Pranzo : pesce spada, verza cotta, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 1 bicchiere di vino.

Cena : ricottina, funghi, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.

Diario alimentare del 07 aprile 2008

Colazione : camomilla dolcificata

Pranzo : tacchino al forno, insalata di lattuga e carote, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Cena : 250 gr. di surimi, carciofi, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 3 crostini integrali

Spezzafame : 5 clementine

05 aprile 2008 : diario alimentare

domenica, aprile 6th, 2008

Penso che i sindacati siano la rovina dei lavoratori, e non lo dico soltanto per quello che sta accadendo in questi giorni all’Alitalia, dove un potenziale acquirente come la Air France/Klm interessa all’acquisto deve abbandonare il tavolo delle trattative per l’intransigenza dei sindacati.

E i lavoratori si stanno svegliando, infatti si sono radunati occupando il cortile dell’azienda e hanno protestato per questa presa di posizione dei sindacati che hanno costretto la Air France a lasciare il tavolo, ma non era meglio prima fare un referendum tra i lavoratori per sondare il terreno ?

Speriamo che tutto si risolva per meglio, non solo per le migliaia di lavoratori, ma anche per l’onore della compagnia di bandiera, sarebbe un peccato per un paese come l’Italia di non potersi “fregiare” di una compagnia di bandiera.

Attendiamo, e verifichiamo se la “fantomatica” cordata di uno dei due candidati premier effettivamente esiste oppure è una delle sue solite “sparate” elettorali.

La mia esperienza con i sindacati è stata alquanto disastrosa, vengo assunto in una grossa spa, naturalmente come abitudine dell’epoca anche se avevo un curriculum di tutto rispetto vengo assunto con il cosiddetto “contratto di formazione lavoro” di 2 anni, quello che in pratica avrebbe dovuto formarmi e che ha fatto risparmiare all’azienda un pò di contributi previdenziali e tasse.

Al momento del’assunzione il titolare dell’azienda pronuncia le seguenti parole : “non ti preoccupare, qui hai decenni di lavoro”.

Ed infatti io non mi sono preoccupato, tanto che in quel periodo sono anche convolato a nozze con Olga (era il 1994).

Un paio di mesi prima della scadenza del contratto, vengo chiamato dall’ufficio personale e mi comunicano che al termine del contratto lo stesso non mi verrà rinnovato, a questo punto parlo con i rappresentanti sindacali dell’azienda e la risposta è alquanto disarmante : “non possiamo metterci contro il titolare per un solo dipendente……..”

E a che servono i sindacati allora ? Sono a farsi belli nelle riunioni con i vertici ? Ad andare in giro a spese dei tesserati ?

In ogni caso il mio contratto scadde e non fu rinnovato, mentre fu rinnovato all’altro assunto in contratto formazione lavoro che è stato sicuramente più fortunato di me.

Veniamo al diario alimentare di ieri.

Colazione : 1 fettina di casatiello

Pranzo : 200 gr. di surimi, lattuga, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 1 bicchiere di vino rosso

Cena : 200 gr. di surimi, funghi al naturale, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 1 bicchiere di vino rosso.

04 aprile 2008 : diario alimentare

venerdì, aprile 4th, 2008

Sono stanchissimo.

La prima settimana di lavoro, il cambio di abitudini, insomma 4 giorni di full immersion nella nuova realtà hanno messo a dura prova la mia resistenza, ma saprò essere io ad avere la meglio.

L’alimentazione procede secondo i canoni “standard”, nessuno sgarro, al mattino preferisco mettermi in macchina con lo stomaco “libero” e quindi opto per la sola camomilla dolcificata, poi intorno alle 10.00 mi mangio un pò di frutta.

La settimana prossima però voglio cercare di variare un pochino il contorno, magari prendere un pò di verdura cotta se non galleggia nell’olio oppure farmi preparare un pò di insalata di pomodori.

Anche l’acqua sta trovando sempre più posto nella mia giornata, sono 2 giorni circa che assumo circa 3 lt di liquidi (tazzone di camomilla compreso), meno male che il bagno dei maschietti in ufficio è comodo dalla mia postazione di lavoro.

Diario alimentare del 03 aprile 2008

Colazione : camomilla dolcificata

Spuntino delle 10.30 : 2 fette biscottate, 1 arancia

Pranzo : insalatona, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 porzione di prosciutto crudo, 1 mozzarella.

Spuntino delle 15.30 : 2 clementine

Cena : lattuga, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 250 gr. di surimi, crema di aceto balsamico, 4 filetti di acciuga

Diario alimentare del 04 aprile 2008

Colazione : camomilla dolcificata

Spuntino delle 10.30 : 4 fette biscottate, 1 clementina

Pranzo : insalatona, 1.5 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 porzione di prosciutto crudo, 1 mozzarella

Spuntino delle 15.30 : 1 arancia, 2 clementine

Cena : lattuga, 1.5 cucchiai di olio extravergine di oliva, 250 gr. di surimi, crema di aceto balsamico, 4 filetti di acciuga

02 aprile 2008 : diario alimentare

mercoledì, aprile 2nd, 2008

Non sono scomparso, non serve andare a “Chi l’ha visto”, sono qui presente, soltanto che negli ultii giorni sono cambiate tantissime cose, specialmente dal punto di vista lavorativo.

Un piccolo riepilogo, sono un consulente, uno di quelli che per lavorare tantissimi anni fa (1996) ha dovuto aprire una partita Iva e da quel giorno ringraziando il cielo ho sempre lavorato, non ho mai avuto pause nella mia attività che ho anche incrementato con dei lavoretti extra che mi facevo la sera e nei week end a casa tramite internet.

Lavoravo da quasi 9 anni (esattamente dal 13 dicembre 1999) nella stessa azienda, quasi 9 anni di collaborazione professionale senza mai dare adito ad un rimprovero con la coscienza sempre tranquilla di avere fatto il proprio lavoro con dedizione e serietà.

Purtroppo per una serie di vicissitudini aziendali, con la perdita di un grosso contratto di outsourcing questa azienda è stata costretta nel 2008 a “tagliare” un pò di personale esterno per effettuare il cosiddetto “cost saving”, quindi ero certo che prima o poi la mia esperienza sarebbe terminata, ma non mi sarei mai aspettato l’email del 29 febbraio 2008 (che culo l’anno bisestile) dove mi veniva comunicato (e ringraziando il cielo con un largo anticipo) che il mio contratto al 31 marzo 2008 non sarebbe stato più rinnovato.

Onestamente ho passato dei giorni terribili, ai miei genitori non ho detto niente per non farli stare in pensiero, però mi sono messo subito all’opera e quando ho avuto la conferma definitiva (c’era ancora qualche speranzella che il contratto fosse rinnovato) allora mi sono messo all’opera ed ho cominciato ad inviare curriculum e a rispondere agli annunci di ricerca personale che trovato sui vai motori di ricerca lavoro su internet.

Non voglio tirare la storia per le lunghe, però tutto è bene quel che finisce bene e da ieri ho cominciato una nuova avventura professionale, anche se ho dovuto cambiare totalmente lavoro e tornare alla programmazione pura, ma non importa, la cosa che mi interessa è di avere una continuità lavorativa.

Una delle differenze però è quella che mentre prima ero a 4 km da casa, quindi in 10 minuti ero sul posto di lavoro, che a pranzo potevo tornare a casa, adesso devo farmi 31 km di statale e devo mangiare in mesa, però sto mettendo in pratica tutto quello che in questi anni mi ha insegnato il Dott. Andrea Tondini.

Quindi veniamo ai diari alimentari di ieri e di oggi, nel fine settimana siamo stati sul Lago di Garda a rilassarci un pochino e qualche sgarretto l’ho fatto però poi da ieri ho ripreso a pieno ritmo la strada verso gli 89 kg.

01 Aprile 2008, diario alimentare.

Colazione : camomilla dolcificata

Spuntino delle 10.30 : 2 fette biscottate, 1 arancia

Pranzo : insalata mista, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 porzione di prosciutto crudo

Spuntino delle 15.30 : 1 arancia

Cena : cavolfiore stufato, 1 croccola di merluzzo, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.

02 Aprile 2008, diario alimentare.

Colazione : camomilla dolcificata

Spuntino delle 10.30 : 2 fette biscottate, 1 arancia

Pranzo : insalata mista, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 porzione di prosciutto crudo, 1 mozzarella da 125 gr.

Spuntino delle 15.30 : 1 arancia

Cena : verdure in padella (melanzane, peperoni e zucchine), 1 cucchiao di olio extravergine di oliva, soia

28 marzo 2008 : diario alimentare

sabato, marzo 29th, 2008

Mi limito a postare solo il diario alimentare, al quale purtroppo devo dare un bel 2.

Ieri è stato l’ultimo giorno di lavoro nella azienda nella quale ho prestato la mia opera professionale per circa 8 anni e mezzo, da martedi cambio, non per volontà mia ma perchè l’azienda è in crisi e quindi i primi ad essere “tagliati” sono i consulenti esterni.

Quindi un pò di “nervoso” anche se non avrei motivi per esserlo mi ha fatto mangiare qualcosina in più, ma da oggi si torna in riga.

Colazione : 2 sfogliatelle

Pranzo : 4 croccole di merluzzo, lattuga, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, una 20na di tarallucci pugliesi, una scatola di fagioli borlotti.

Cena : spaghetti ai frutti di mare, 1/2 litro di birra, qualche fettina di pane, 2 fette di tiramisu

27 marzo 2008 : diario alimentare

venerdì, marzo 28th, 2008

I nostri politici sono alla frutta, non nel senso che ormai si sono magnati tutto e sono quasi al dessert ma che non si rendono conto delle dichiarazioni deliranti che ogni giorno in piena campagna elettorale vengono rilasciate ai giornali e ai diversi organi di informazione.

L’ultima di ieri è del candidato premier della CdL, che ormai non parla più di programmi, ma di tutt’altro affermando che la Rai è “un covo di Comunisti”.

Cosa avrà scatenato le ire di uno dei padroni dell’editoria e della televisione Italiana ?

Il fatto che la Rai abbia deciso di annullare la sua partecipazione a “Porta a Porta” in quanto per applicare la legge della “par condicio” si sarebbero dovuti rispettare il numero di “presenze” tra lui e il candidato premier del PD il quale all’ultimo momento aveva dovuto rinunciare alla sua di partecipazione alla trasmissione.

Ed intanto nessuno parla di programmi, nessuno dice cosa farà “realmente” per aiutare l’Italia, speriamo che dopo la frutta non vogliano anche il digestivo.

Veniamo al diario alimentare di ieri, voto 7, ebbene si una bella sufficienza piena me la merito proprio anche perchè sgarri in ufficio non ne ho fatti e la sera sono riuscito a mantenermi con un bel piattone di verdura cotta.

Colazione : 4 fette biscottate integrali, marmellata al mirtillo senza zucchero.

Pranzo : 3 croccole di merluzzo, verdura cotta, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 1 pezzettino di uovo di cioccolata.

Cena : verdura cotta, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.

Spezzafame : 2 arance.