Archive for the ‘Diario Alimentare’ Category

Occhio ai 50 : 04 aprile 2017

mercoledì, aprile 5th, 2017

Ci vuole tanto per far diventare una giornata una “bella” giornata ?

Assolutamente no, se la giornata comincia salendo sulla tua bilancia ed accertare che hai perso mezzo chilo nell’ultima settimana, se ti misuri la glicemia a digiuno ed il valore che segna la macchinetta è 91.

Poi si va a Mestre, unica mia valvola di sfogo settimanale e qui la giornata migliora ancora, pranzo in un plaeatico sotto un bellissimo sole, in ottima compagnia, dove finalmente ascolti e sei ascoltato, vabbè secondo me devo ritagliarmi più momenti del genere.

Poi torni a casa e trovi i tuoi figli (per la verità Anastasia ieri sera si è addormentata prestissimo e quando sono tornato a casa già dormiva) i quali giocano con quella spada di plastica che ti avevano chiesto da due giorni, trovi la nuova macchina fotografica che finalmente è arrivata (Nikon D5300).

Tutto il resto è noia, oggi i momenti positivi sono stati maggiori di quelli negativi, anche se a rovinarci la giornata ci hanno provato, non mi importa, oggi mi godo la positività e non fa nulla che a causa dell’insonnia sono sveglio dalle 3.30

Occhio ai 50 : 01 Aprile 2017

sabato, aprile 1st, 2017

La sera arrivo talmente stanco che non trovo nemmeno le forze per mettermi dinanzi al computer per scrivere quattro righe su questo blog.

Oggi poi è stata una giornata molto particolare perchè essendo la signora al lavoro mi è toccato passare gran parte della giornata con la suocera.

Meno male che al sabato mattina di solito ho il mio solito giro all’ecocentro e che essendo una bella giornata siamo poi usciti in giardino con i bambini per farli correre e giocare.

E qui va in scena la diversa gestione del gioco dei bimbi, con il sottoscritto che quando necessario si è seduto sulla sedia a sdraio e se li è guardati mentre davano libero sfogo al loro essere bambini, e alla suocera che invece li seguiva passo passo come un ombra pronta a richiamarli qualsiasi cosa essi avessero fatto non nei suoi “canoni”, se non poi appenderli al cancello e farli dondolare avanti e indietro, vabbè io l’ho detto e lo ripeto, se per causa sua i bimbi si fanno male ricordatevi che non fumo e che vado pazzo per le arance e per le mele fuji.

A me non piace litigare e quindi ho fatto buon viso a cattivo gioco (considerate che abitiamo in una porzione di bifamiliare e che il giardino è di nostra esclusiva proprietà e che i bimbi da dove ero seduto io erano sempre a “vista”).

Ieri sera avevo promesso che sarei uscito a cena per salutare Luca che il 31 marzo ha fatto l’ultimo giorno di lavoro prima di cambiarlo e nonostante un fortissimo mal di testa sono uscito e sono andato al BEFeD di Mestre dove come specialità hanno il galletto.
Diciamo subito che dal punto di vista alimentare la serata è andata molto bene, insalata di pollo, verdura cotta, acqua minerale, niente birra e niente pane. Però dall’altra parte c’è un locale con musica a palla, talmente alta che non riuscivo a sentire il mio vicino di sedia che mi parlava, insomma morale della favola mi sono riportato il mal di testa a casa.

Ultimi 3 giorni dal punti di vista alimentare, 2 buoni, 1 così così (oggi) ma senza nessuno sgarro di rilievo, martedi mattina devo pesarmi a casa e comunicare il peso alla nutrizionista.

Occhio ai 50 : 29 marzo 2017

mercoledì, marzo 29th, 2017

Ieri mi sono accorto che il tema installato per il blog, senza il mio consenso, apriva delle finestre di popup pubblicitari indesiderati mentre la mia scelta è quella di avere un blog senza alcun ritorno pubblicitario.
Ho quindi provveduto a cambiare il tema (quello incriminato era “Ocadia”) e tutto è tornato alla normalità.

Bene, con la Dott.ssa Dri siamo rimasti d’accordo che fissando il prossimo controllo del peso al 15 maggio io mi impegno ogni martedi a pesarmi e ad inviarle a mezzo messaggio il risultato, sperando che questo mi aiuti ad essere più costante nelle giornate “buone” limitando al minimo quelle “cattive”.

Oggi è stata, dal punto di vista alimentare una giornata “buona” senza nessuno sgarro, limitando il numero dei caffè a 2 e utilizzando meno sale durante la preparazione dei cibi, e per il momento ho anche eliminato il latte parzialmente scremato dalla mia dieta (in teoria sarei intollerante).

Occhio ai 50 : il controllo del 28 Marzo 2017

martedì, marzo 28th, 2017

Oggi visita di controllo dalla nutrizionista, risultato 107 kg ovvero 3 kg in più rispetto all’ultima pesata, 8,6 kg in più rispetto al peso più basso raggiunto a settembre 2016 (98,4 kg).

Dove voglio andare ? Cosa voglio fare ?

Non è possibile continuare in questo modo, bisogna reagire rispedendo tutti i problemi al mittente e prendendosi cura di se stessi come si era fatto fino a settembre dell’anno scorso. Ne ho le capacità e le possibilità.

Prossimo controllo 15 maggio.

Occhio ai 50 : 21 marzo 2017

martedì, marzo 21st, 2017

E’ primavera, ed oggi i bambini della scuola dell’infanzia “Cardarelli” di Castelnovo hanno piantato nel parco degli Alpini degli alberi per celebrare il giorno dell’albero.

La giornata alimentare pensavo fosse andata bene, mangiando una marea di verdure, poi vado a misurare la glicemia stasera e la trovo con un valore sballatissimo.
Questi sono i danni dello stress, che ti portano, senza renderti conto a mangiare qualsiasi cosa, poi devi dare i conti con la glicemia ed allora vieni riportato con i piedi per terra.

Stasera ho grigliato una marea di zucchine, devo trovare il modo di mangiare meglio, non solo per il peso che è l’ultimo dei miei problemi al momento, ma anche per i valori della glicemia che non posso tenere così alti.

Buonanotte.

Occhio ai 50 : 20 marzo 2017

lunedì, marzo 20th, 2017

Torno a scrivere sul blog dopo qualche giorno di assenza, la tendenza di venerdi e sabato è stato un diario alimentare nella norma, senza particolari sgarri se non solo sabato sera una fettina di torta alle mele ed un bicchiere di prosecco per festeggiare insieme ad una coppia di amici (che non hanno potuto festeggiare al momento giusto perchè ammalati) il compleanno dei bambini.

Ieri 19 marzo, Festa del Papà, ma da oggi in poi sarà ricordato come il giorno in cui ci ha lasciati Nonna Valentina.
Lo stress, anche se la mia signora non ci pensa nemmeno, da parte mia è stato enorme, anche perchè tutto si è consumato nel giro di nemmeno 30 minuti, dal momento in cui sono stato svegliato di soprassalto all’urlo “sveglia che nonna non sta bene” al momento in cui alla sera ho messo la testa sul cuscino.

E come tamponare lo stress ? Mangiando, aprendo il frigo e mettendo in bocca qualsiasi cosa di commestibile ci fosse dentro.

Ecco, sono perfettamente cosciente che non è il modo giusto di combattere qualsivoglia momento di tensione, ma trovandomi in quella situazione non ho trovato nulla di meglio da fare.

Oggi è andata decisamente meglio, non so se sono riuscito a rimanere nei “canoni”, ma non ho avuto quella spinta “bulimica” che mi ha portato ad aprire il frigo compulsivamente nei giorni scorsi.

Il giorno 28 il controllo dalla Dott.ssa Dri, non lo nascondo, sono molto preoccupato anche per quello, ma il fatto di scrivere tutto su queste pagine, sperando che dall’altra parte ci sia qualcuno che legga e che magari possa darmi una parola di conforto e di incoraggiamento mi fa ben sperare per il proseguio.

Una cosa mi consola, lo so sarò ripetitivo, ma il fatto di aver eliminato del tutto il dolcificante è, per me, una grossa vittoria.

Buonanotte.

Occhio ai 50 : 17 Marzo 2017

venerdì, marzo 17th, 2017

Ci sono poche cose che mi fanno veramente incazzare ed una di quelle è tornare a casa dopo una giornata di lavoro e trovare ancora tutti i piatti sporchi, perfino la sua tazza della colazione del mattino.
E allora la domanda sorge spontanea : cosa avete fatto tutto il giorno ?
Chissà se un giorno troverò la risposta, per il momento siccome non mi piace affatto la cucina simile ad una latrina i piatti me li sono lavati io.
Questa è bastato a trasformare una giornata molto positiva dal punto di vista alimentare in una giornata di merda, affondando le mani su tutto quello che di commestibile ci fosse nel frigorifero.
Solo per la cronaca, ieri è stata una giornata spettacolare dal punto di vista alimentare, zero sgarri e tranquillità mentale.
Continuo a pensare che domani sarà un altro giorno, intanto il controllo dalla nutrizionista di avvicina e questa volta vorrei arrivarci con il segno meno.

Occhio ai 50 : 15 marzo 2017

mercoledì, marzo 15th, 2017

Oggi si protrebbe riassumere in : “meno male che sono finiti gli ovetti”.
Giornata più no che si, mi vergogno anche a postare il diario.
E adesso vado a dormire che ultimamente arrivo a sera che non ho nemmeno la forza per sputarmi in faccia da solo.
Buonanotte.

Occhio ai 50 : 14 marzo 2017

martedì, marzo 14th, 2017

Il nervosismo non va combattuto mangiando compulsivamente, di questo ne sono cosciente ed invece è proprio quello che è accaduto ieri ed oggi dove il mio diario alimentare è stato un totale disastro, anche se poi cerchi in qualche modo di metterci una pezza.

Io sono una persona che somatizza molto, se sto male lo si vede subito e negli ultimi 10 giorni il mio nervosismo si tramuta in continui mal di testa (la pressione è nei limiti) ma soprattutto con una irrefrenabile voglia di fiondarmi nel frigorifero e di svuotarlo di tutto quello che c’è al suo interno.

Ieri sera, dopo un mese, sono riuscito ad andare a giocare al subbuteo presso il club di vicenza, era tanto tempo che non mi concedevo una serata di svago e di risate, poi come ogni lunedi alla fine della serata c’è il mitico “terzo tempo” consumando quello che ognuno ha portato da casa. Ieri sera mi ero ripromesso di non toccare nulla ed invece alla fine mi sono mangiato 3 fettine di pane con gli affettati, o meglio dire, affettati con il pane. Ho pensato, vabbè domani sarà un altro giorno e farò il bravo, invece a metà mattinata dopo aver mangiato le a rance mi sono ricordato degli ovetti di cioccolato e così, pronti via a mani basse perdendo il conto di quanti ne ho mangiati.
Poi ti rendi conto della cazzata che hai fatto e non pranzi, passi direttamente allo spuntino con frutta del pomeriggio e alla cena con verdura grigliate e 150 grammi di filetto di tofu.
Dovrei cercare di prendere meno caffè, oggi ne ho contati 5, per fortuna senza dolcificante, questa è l’unica cosa positiva degli ultimi giorni.

Vabbè, domani è un altro giorno ancora, stasera mi sono grigliato le zucchine.

Occhio ai 50 : 12 marzo 2017

domenica, marzo 12th, 2017

Oggi sono particolarmente stanco, è da qualche tempo che arrivo a sera che non mi reggo in piedi, la signora dice che è la primavera, io penso che sia esaurimento nervoso.

Quando qualcuno torna a casa e ti porta un dolce del Maestro Biasetto non puoi resistere, l’unico sgarro che mi sono concesso oggi, sperando anche questa volta di non aver fatto danni.

Colazione, 200 ml latte parzialmente scremato, 6 fette biscottate integrali misura, 3 cucchiaini rasi di marmellata senza zucchero rigoni di asiago
Pranzo, 80 gr di pasta integrale, 200 gr di pomodoro ciliegino, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.
Sgarro, 1 fetta di dolce
Cena, 400 grammi di verdure grigliate miste, 120 grammi di tartare di salmone, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.
Acqua, tanta.
Tisana, 0
Passi, 6500
Anche oggi senza utilizzare il dolcificante.