6 kg in 3 settimane : diario alimentare e non solo giorno nr. 4

agosto 29th, 2014

Giovedi, giorno nr.4.
Sveglia alle 2.30, ogni tanto capita che mi sveglio nel bel mezzo della notte senza alcun apparente motivo e che non riesca a prendere sonno fino al mattino.
Il medico di casa ha detto di misurare la pressione al risveglio, poi si parlerà con il cardiologo per verificare se è possibile abbassare almeno la pillola che prendo al mattino. Risultato 119/78 Bpm 65.

La cosa più difficile dopo aver dormito solo 3 ore è stata quella di percorrere gli 80 km in macchina per andare al lavoro, confesso che la tentazione di fermarmi sul ciglio della strada e farmi mezzora di sonno è stata forte, ho preferito però andare un pochino più piano rispetto al solito.

Anticipo di colazione con caffellatte dolcificato e piccola passeggiata del mattina, più corta rispetto al solito perchè onestamente le gambe non reggevano.

Colazione con 6 fette biscottate e 3 cucchiaini di marmella senza zucchero.

Spezzafame composti da 30 gr di mandorle pelate e da 4 mele consumate durante tutto l’arco della giornata.

Pranzo con insalata di riso, purtroppo senza passeggiata postprandiale a causa di una riunione che si è protratta dalle 12.30 a quasi fino le 14.00

Dopo essere passato per il negozio dedicato agli animali dove ho preso le crocchette per Rada e Tea arrivo a casa dove per cena mi aspetta una bella insalata mista, 2×100 gr di hamburger e 1 yogurt alla ciliegia da 100 gr.

Dopocena con passeggiata con bimbi al parco.

Totale passi della giornata appena superiore ai 10.000, la soglia minima psicologica è stata superata ma onestamente vuoi a causa della stanchezza, vuoi a causa delle riunione oggi è andata così

6 kg in 3 settimane : giorno nr 3 diario alimentare e non solo

agosto 28th, 2014

Mercoledi, forse il giorno più “atteso” da parte dei lavoratori in quanto è la collina da superare per poi vedersi avvicinare il week end, anche se di week end di “riposo” il sottoscritto non ne vede da qualche tempo.

Sveglia alle 5.05, vi risparmio il solito discorso sul posticipo della sveglia, si parte per il lavoro, si beve al bar un caffellatte dolcificato e prima passeggiat del mattino.

Colazione con 6 fette biscottate e 3 cucchiaini di marmellata senza zuccheri aggiunti.

Spezzafame composti da 30 gr di mandorle pelate e da 3 mele dal peso lordo di circa 650 gr.

A pranzo secondo giorno di insalata di riso (mi resta ancora una vaschetta per un altra giornata), poi passeggiata e siccome stavolta ero senza il mio compagno di passeggio mi sono stato “costretto” a mangiarmi da solo una pastina mignon, Madonna mia se questo è un sacrificio tra mezzora fammene fare un altro.

Uscito da lavoro alle 17.30 mi sparo i miei 80 km che mi separano da casa dove per cena mi aspettava una insalata con surimi e tonno ed uno yogurt alla ciliegia da 100 gr.

Oggi ho passeggiato tanto, il contapassi alla fine segnava 15.300

6 kg in 3 settimane : giorno nr. 2

agosto 26th, 2014

Martedi, secondo giorno lavorativo della settimana, anche stamattina sveglia alle 5.00 posticipata di 5 minuti.
So che la domanda potrebbe sorgere spontanea sul perchè non la punto direttamente alle 5.05 e il problema è che dopo la posticiperei alle 5.10 entrando in un circolo vizioso.

80 km di auto, stamattina forse anche merito di non aver trovato nessuno che mi rallentava ci ho messo circa 1h e 30 minuti ed eccomi pronto per il caffellatte dolcificato e per la passeggiata prima di entrare in ufficio, stamattina sono riuscito a camminare qualcosina in più di ieri.

Colazione : 6 fette biscottate, 3 cucchiaini di marmellata senza zuccheri aggiunti.

Spezzafame della giornata : 30 gr di mandorle pelate, 3 mele peso lordo all’incirca 650 gr.

Pranzo : riso all’insalata preparato ieri.

Ieri Olga mi ha cotto 300 gr di riso (200 gr basmati integrale e 100 gr basmati bianco) ed io l’ho condito con un condiriso (scolato e lavato) e 3 scatolette di tonno piccole da 80 gr, poi ho suddiviso il tutto in 3 contenitori avendo già così pronto il pranzo per i prossimi giorni.

Passeggiata dopo pranzo con caffè e 1/2 dolcetto alle mandorle, oggi il mio compagno di passeggio non aveva tanta voglia e quindi anche oggi il contapassi non è arrivato dove volevo.

Partenza dall’ufficio alle 16.30, arrivo a casa intorno alle 18.45 merito del fatto che finalmente dopo settimane dove avevano piazzato i cartelli hanno chiuso il tratto di strada del Santo che arriva a Camposampiero costringendomi così a fare un giro un pochino più lungo.

Cena : insalata mista, 1 spinacina, 1 polpettina di soja, 1 yogurt alla ciliegia (100 gr).

Poi ho passato un pochino di tempo con i bimbi, lavato i piatti, messi a letto i bimbi ed eccomi qua a scrivere questo post sul blogo con un sonno che non vi dico.

Contapassi : 11.200
Pressione arteriosa (misurata alle 19.30) : 111/68 Bpm : 70

6 kg in 3 settimane : giorno nr. 1

agosto 25th, 2014

Pronti ? Via !

Inizia la settimana lavorativa e la sveglia come al solito suona alle 5.00, un solo posticipo di 5 minuti ed alle 5.05 eccoci pronti per iniziare un altra giornata ed un altra avventura.

Come al solito da quando lavoro a Mestre non faccio colazione a casa ma mi sparo i miei 80 km di auto in circa 1h e 40′ ed una volta parcheggiato mi reco al bar a bere un dissetante caffellatte dolcificato.

Poi ecco uno dei momenti forse più attesi della giornata, la passeggiata mattutina che dura all’incirca 35-40 minuti, questa mattina ridotti a 10 perchè dopo un paio di mesi è tornata a lavorare in sede la collega che mi faceva compagnia al caffè quasi tutte le mattine e che “apriva” fisicamente le porte dell’ufficio.

Colazione : 6 fette biscottate integrali, 3 cucchiaini di marmellata senza zuccheri aggiunti.

Spezzafame diluiti per tutto il giorno : 30 gr di mandorle senza pelle e 3 mele che tutte insieme pesavano al lordo circa 650 gr.

Pranzo : 2×100 gr di hamburger ed una insalata di quelle già pronte di supermercato che pesava circa 150 gr

Dopo pranzo passeggiata con Luca, durante la quale al momento del caffè di godiamo una pasta alle mandorle divisa in 2, tutta per me sarebbe troppo.

A questo punto si tira avanti fino alle 17.30 quando altri 80 km stavolta percorsi in circa 2h mi riportano a casa.

Cena : 2×100 gr hamburger, insalata, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva

E la giornata dopo aver giocato una mezzora con i bimbi in giardino, dopo avergli dato il latte, messi a letto e condito il pranzo per domani forse e finita mi mancava solo di scrivere il post per il blog.

Totale contapassi : 9.600

6 kg in tre settimane : la premessa

agosto 24th, 2014

6 kg in 3 settimane è il prossimo obiettivo, si perchè per vincere le grandi guerre bisogna prima vincere tante piccole battaglie.
Perchè lo fai ? Per qualcuno ? Assolutamente NO!
La mia grande guerra dura ormai da qualche anno ed è contro la mia obesità, contro la glicemia e poi per non farmi mancare nulla si è aggiunta anche l’ipertensione.
Ma i miei più grandi obiettivi sarebbero 2 e ce li ho ben impressi in mente.
1) Riuscire finalmente a vincere la dipendenza dalle pillole, poter andare al lavoro senza il “terrore” di aver dimenticato qualche pasticca a casa e dover correre in farmacia.
2) Riuscire a vedere finalmente quel benedetto “8″ come prima cifra del mio peso prima di lasciare questa terra, sarebbe una delle gioie più grandi, seconda solo alla nascita di Antonio ed Anastasia.
Qualche tempo fa ho fatto una promessa, l’ho fatta ai miei bimbi e la promessa era semplice : per le vacanze settembrine avrebbero avuto un Papà in forma che li avrebbe fatti giocare sulla spiaggia senza farsi “limitare” da problemi di peso ed affini.
Ed è per questo che nelle prossime 3 settimane il loro Papà cercherà di perdere all’incirca 6 kg, postando giornalmente un diario alimentare e tutte le settimane i risultati ottenuti sulla bilancia.
Il tutto naturalmente contornato anche da tante e lunghe passeggiate giornaliere.

Le mandorle contro le malattie cardiovascolari

luglio 24th, 2014

Fonte : Blog del Dott. Andrea Tondini

Una recente ricerca ha dimostrato che mangiare mandorle nella dieta può ridurre il rischio di malattie cardiache, mantenendo sani i vasi sanguigni.
La mandorla è il seme commestibile del mandorlo, una pianta alta circa 10 metri appartenente alla famiglia delle Rosacee. Questo albero produce drupe ovali compresse, che a maturità liberano un nocciolo oblungo, detto anch’esso comunemente mandorla. All’interno del nocciolo, racchiusi da un guscio legnoso, sono presenti uno o due semi, ricchi di olio e dal sapore dolce o amarognolo. Questi gustosi semi aumentano significativamente la quantità di antiossidanti nel sangue, riducono la pressione sanguigna e migliorano il flusso sanguigno. I risultati di questa ricerca, condotta da Helen Griffiths, professore di Scienze Biomediche e Preside della Facoltà di Scienze della Vita e della Salute presso la Aston University di Birmingham, nel Regno Unito, rappresentano un’ulteriore conferma che la dieta mediterranea, nella quale viene lasciato ampio spazio alla frutta secca in genere, rappresenta il modello alimentare più in grado di fornire benefici alla salute . I ricercatori, in particolare, hanno sperimentato gli effetti a breve termine di una dieta arricchita di mandorle su soggetti sani giovani e uomini di mezza età e su un gruppo di giovani con fattori di rischio cardiovascolare, tra cui l’ipertensione o il sovrappeso . Contrariamente a un gruppo di controllo a dieta libera, quelli che avevano consumato uno snack di 50g di mandorle al giorno per un mese mostravano livelli elevati di antiossidanti (alfa-tocoferolo) nel sangue, miglioramenti del flusso sanguigno e pressione arteriosa più bassa, con una significativa riduzione del rischio potenziale di malattie cardiovascolari. Le mandorle sono note da tempo per la vasta gamma di sostanze benefiche che apportano all’organismo, come la vitamina E, i grassi polinsaturi, fibre che aumentano il senso di pienezza, e i flavonoidi con importanti proprietà antiossidanti. Il team di scienziati autori della ricerca ritiene che è probabile che i benefici complessivi per la salute siano, in questo caso, legati alla combinazione di tutti questi nutrienti, piuttosto che a solo un particolare nutriente isolato. Le mandorle possono, pertanto, essere considerate a tutti gli effetti un “Supercibo”. Aggiungendone una manciata (circa 50g) alla nostra dieta ogni giorno per un breve periodo, in sostituzione della merenda o in pasti regolari, come muesli a colazione, ad esempio, possono contribuire efficacemente a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Bacche di Goji : efficaci a combattere il diabete (?)

luglio 3rd, 2014

Ottime anche per i diabetici

Le bacche di Goji sono un alimento sano anche per chi soffre di diabete per diversi motivi.

Innanzitutto perché possiedono un basso carico glicemico. Il carico glicemico (CG) è un valore che indica la maniera in cui un alimento influisce sul tasso glicemico del sangue. Alimenti che hanno un basso carico glicemico conducono ad un aumento ridotto del livello di zuccheri nel sangue.

In virtù del fatto che la maggior parte dei carboidrati contenuti nelle bacche di goji è costituita da un gruppo di quattro zuccheri complessi LPB unici in natura e a basso carico glicemico, le bacche di goji possono essere assunte tranquillamente anche da diabetici.

Combattere il diabete con le bacche di goji

Le bacche di goji hanno inoltre un effetto benefico per chi soffre di questo disturbo grazie alla presenza di cromo. Il cromo infatti è un elemento necessario a trasportare il glucosio dal sangue alle cellule. In tal modo il livello di zuccheri nel sangue non aumenta o viene ridotto. Un studio condotto per ora solo su animali diabetici, ha dimostrato che l’ assunzione di bacche di goji per due settimane ha avuto per effetto una riduzione del 42% del tasso glicemico.

Un altro studio condotto dal Dipartimento di Farmacia dell’Università di Sidney ha dimostrato inoltre un effetto positivo delle bacche di goji sulla retinopatia diabetica.

La retinopatia diabetica è una patologia che insorge come malattia secondaria in conseguenza di un’iperglicemia cronica ed è caratterizzata dalla morte di gruppi di cellule della retina come risultato del processo ossidativo subito in presenza di elevate quantità di zucchero nei vasi sanguigni della retina.

In base allo studio, la taurina contenuta nelle bacche di goji influirebbe in maniera positiva su dei recettori denominati PPAR-gamma che giocano un ruolo di rilievo nel diabete e nella sua inibizione riducendo quindi la portata di patologie secondarie del diabete quali appunto la retinopatia.

Analisi del sangue del 26 Febbraio 2014

maggio 16th, 2014

Il giorno 26 Febbraio 2014 ho ripetuto le analisi del sangue per un controllo che non facevo da tantissimo tempo, ecco in dettaglio i risultati.

EMATOLOGIA
Sg-ESAME EMOCROMOCITOMETRICO
GLOBULI BIANCHI (WBC) 6,6 x10^9/L 3,5 11,0
GLOBULI ROSSI (RBC) 4,95 x10^12/L 4,10 5,65
EMOGLOBINA (Hb) 14,5 g/dL 12,5 16,9
RBC VOLUME MEDIO (MCV) 88,7 fL 82,0 100,0
EMATOCRITO (HCT) 43,9 per cento 38,0 49,0
HB GLOBULARE MEDIA (MCH) 29,3 pg 27,0 34,0
CONC. HB GLOB. MEDIA (MCHC) 33,0 g/dL 31,3 35,5
INDICE DISTRIB. RBC (RDW) 12,6 per cento 12,0 15,0
PIASTRINE (PLT) 207 x10^9/L 110 330

CONTA DIFFERENZIALE DEGLI ELEMENTI NUCLEATI
NEUTROFILI 51,8% 3,4 x10^9/L 1,9 5,3
LINFOCITI 35,8% 2,4 x10^9/L 0,9 3,4
MONOCITI 11,7% 0,8 x10^9/L 0,2 1,3
EOSINOFILI 0,2 % 0,0 x10^9/L <0,5
BASOFILI 0,5 % 0,0 x10^9/L

CHIMICA CLINICA
P-UREA 32 mg/dL 15 50
P-ACIDO URICO 5,6 mg/dL 3,0 8,0
P-CREATININA 0,78 mg/dL <1,30
FILTRATO GLOMERULARE STIMATO 108 mL/min/1,73mq

P-GLUCOSIO 125 mg/dL 60 126

Sg-EMOGLOBINA GLICATA * 51 mmol/mol 20 38
(metodo HPLC

P-TRIGLICERIDI 133 mg/dL <150
P-COLESTEROLO TOTALE 162 mg/dL
P-COLESTEROLO LDL 100 mg/dL Inf. a 160

P-COLESTEROLO NON HDL 127 mg/dL Inf. a 190
Obiettivo terapeutico in prevenzione primaria: inf. a 160 mg/dL
Obiettivo terapeutico prevenzione secondaria o rischio equivalente: inf. a 130 mg/dL
P-COLESTEROLO HDL * 35 mg/dL >40
RAPPORTO COLESTEROLO/HDL * 4,6

P-AST (TRANSAMINASI GOT) 36 U/L (37’C) fino a 37
P-ALT (TRANSAMINASI GPT) * 76 U/L (37’C) fino a 53
P-GAMMA GT (GGT) 28 U/L (37’C) fino a 56
MARCATORI MUCINICI E PEPTIDICI
P-PSA TOTALE 0,3 ng/mL fino a 4,0
VALUTAZIONE DELLO STATO FUNZIONALE DELLA TIROIDE
P-TIREOTROPINA (TSH) 1,26 mUI/L 0,40 3,70

AIK Solna – Napoli : 1-2 e passaggio ai sedicesimi di Europa League

novembre 23rd, 2012

Alla fine su di un campo al limite della decenza che sembrava essere stato demolito prima della demolizione dello stadio (è stata l’ultima partita giocata nello stadio che verrà demolito) il Napoli riesce a spuntarla con un rigore in pieno recupero guadagnato e trasformato sempre dal solito Matador Cavani, con un Napoli in 10 per l’espulsione (forse un tantino esagerata) di Salvatore Aronica.

Il Napoli parte bene, è messo bene in campo e l’approccio sembra quello giusto, su di un contropiede innescato da Dzemaili c’è Cavani che scatta sulla fascia, mette al centro, il portiere devia proprio su Dzemaili al centro dell’area che di sinistro mette in porta, siamo al minuto 18 del primo tempo.

Sembra che il Napoli possa controllare facilmente la partita ed invece l’AIK Solna, la squadra che in 2 partite contro il PSV ha fatto quattro punti esce fuori dal suo guscio e trova un gol incredibile con Danielsson che su di un cross dalla destra riesce con una palombella di testa dal limite dell’area a battere Rosati che proprio non sembra incolpevole.

Da qui il Napoli soffre, non riesce a creare, Mazzarri fa i cambi togliendo Donadel e mettendo Inler, Zuniga per Mesto e Hamsik per Dzemaili ma è sempre l’AIK Solna a fare la partita e al minuto 85 Aronica dopo 2 lisci (Britos ed Aronica stesso) stende Bangoura, l’arbitro estrae il cartellino rosso per il difensore Palermitano del Napoli ed la squadra azzurra deve affrontare gli ultimi minuti in 10.

Quando la partita sembra essere avviata verso il pareggio ecco l’incredibile, Vargas recupera palla sulla trequarti, passa a Cavani che dribbla un difensore Svedese che lo prende in pieno con un calcione, l’arbitro prima indugia poi indica il dischetto del rigore, Cavani tira portiere a sinistra e palla a destra ed il Napoli vola ai sedicesimi di finale di Europa League.

Forse il Napoli non meritava la vittoria, ma la voglia e il carattere della squadra di Mazzarri hanno fatto in modo che anche in 10 con il risultato che poteva anche accontentare il Napoli abbia cercato di vincere la partita e ci è riuscito, andiamo ai sedicesimi, la prossima partita in casa contro il PSV sarà solo una passerella per gli azzuri.

Pagella :

Rosati : 4
Dossena : 5
Aronica : 5
Britos : 5
Gamberini : 6.5
Mesto : 5
Behrami : 6
Donadel : 5
Dzemaili : 6.5
Cavani : 7
Vargas : 6

Hamsik : s.v.
Zuniga : 4
Inler : 6

AIK Solna vs Napoli : Europa League presentazione partita

novembre 22nd, 2012

Fonte : Calcionapolinews.it

Oggi ( alle 21:05 ) al Rasunda Stadium (Stoccolma), Aik Solna e Napoli si affrontano per il quinto turno del Gruppo F di Europa League. L’Aik , vorrà riscattarsi dalla pesante sconfitta subita nella gara di andata, per mano del Napoli (4-0). La squadra svedese ha gradualmente migliorato il suo rendimento nel Gruppo F. Domani, vincendo a Stoccolma , gli azzurri potrebbero chiudere i conti e mettersi in una posizione tranquilla prima dell’ultima gara contro il Psv Eindhoven.

La formazione: Potrebbero esserci quattro o cinque novità nella formazione nel Napoli che affronterà l’Aik Solna, rispetto all’undici della gara di andata . In difesa, Campagnaro sostituirà lo squalificato Fernandez mentre Britos giocherà al posto di Gamberini sulla sinistra con Aronica centrale. A centrocampo rientrerà Behrami, che ha saltato per squalifica Napoli-Milan. L’unico dubbio di formazione per Mazzarri è il ballottaggio tra Inler e Donadel a contendersi il posto sulla mediana. Sulle fasce, Mesto e Dossena mentre Dzemaili (e non El Kaddouri) sarà il trequartista. In attacco, Hamsik alle spalle della coppia Cavani e Vargas (autore all’andata di una tripletta).

I convocati: De Sanctis, Rosati, Crispino, Aronica, Britos, Cannavaro, Campagnaro, Gamberini, Uvini, Behrami, Donadel, Dossena, Dzemaili, El Kaddouri, Hamsik, Inler, Maggio, Mesto, Zuniga, Cavani, Insigne, Vargas. Assenti: Pandev, che continua a sostenere un lavoro personalizzato e che non ha ancora recuperato e Fernandez squalificato.

QUESTE LE PROBABILI FORMAZIONI:
AIK SOLNA (4-4-2): 27 Turina; 16 Lorentzson, 3 Karlsson, 45 Majstorovic, 4 Johansson; 24 Gustavsson, 7 Danielsson, 10 Borges, 9 Mutumba; 22 Karikari, 75 Bangura. In panchina: 13 Stamatopoulos, 2 Backman, 6 Milosevic, 8 Tjernström, 36 Goitom, 11 Lalawèle, 28 Lundberg. All. Alm

NAPOLI (3-5-2): 12 Rosati; 14 Campagnaro, 6 Aronica, 5 Britos; 16 Mesto, 85 Behrami, 4 Donadel, 20 Dzemaili, 8 Dossena; 9 Vargas, 7 Cavani. In panchina: 1 De Sanctis, 28 Cannavaro, 55 Gamberini, 17 Hamsik, 88 Inler, 18 Zuniga, 24 Insigne. All. Mazzarri

TERNA ARBITRALE: A dirigere la gara sarà il signor Ovidiu Alin Hategan (Romania). Assistenti: Cristian Nicae e Octavian Sovre. Assistenti addizionali: Alexandru Dan Tudor e Sebastian Coltescu. Quarto uomo: Radu Ghinguleac.

DIRETTA TV – ore 21.05 : Italia1, Sky Calcio1, Sky Sport1, Mediaset Premium Calcio
METEO: Coperto, vento moderato, umidità al 98%, temperatura 5°C

Per i risultati e la classifica in tempo reale Vi suggeriamo il sito Livescore