Posts Tagged ‘napoli’

AIK Solna – Napoli : 1-2 e passaggio ai sedicesimi di Europa League

venerdì, novembre 23rd, 2012

Alla fine su di un campo al limite della decenza che sembrava essere stato demolito prima della demolizione dello stadio (è stata l’ultima partita giocata nello stadio che verrà demolito) il Napoli riesce a spuntarla con un rigore in pieno recupero guadagnato e trasformato sempre dal solito Matador Cavani, con un Napoli in 10 per l’espulsione (forse un tantino esagerata) di Salvatore Aronica.

Il Napoli parte bene, è messo bene in campo e l’approccio sembra quello giusto, su di un contropiede innescato da Dzemaili c’è Cavani che scatta sulla fascia, mette al centro, il portiere devia proprio su Dzemaili al centro dell’area che di sinistro mette in porta, siamo al minuto 18 del primo tempo.

Sembra che il Napoli possa controllare facilmente la partita ed invece l’AIK Solna, la squadra che in 2 partite contro il PSV ha fatto quattro punti esce fuori dal suo guscio e trova un gol incredibile con Danielsson che su di un cross dalla destra riesce con una palombella di testa dal limite dell’area a battere Rosati che proprio non sembra incolpevole.

Da qui il Napoli soffre, non riesce a creare, Mazzarri fa i cambi togliendo Donadel e mettendo Inler, Zuniga per Mesto e Hamsik per Dzemaili ma è sempre l’AIK Solna a fare la partita e al minuto 85 Aronica dopo 2 lisci (Britos ed Aronica stesso) stende Bangoura, l’arbitro estrae il cartellino rosso per il difensore Palermitano del Napoli ed la squadra azzurra deve affrontare gli ultimi minuti in 10.

Quando la partita sembra essere avviata verso il pareggio ecco l’incredibile, Vargas recupera palla sulla trequarti, passa a Cavani che dribbla un difensore Svedese che lo prende in pieno con un calcione, l’arbitro prima indugia poi indica il dischetto del rigore, Cavani tira portiere a sinistra e palla a destra ed il Napoli vola ai sedicesimi di finale di Europa League.

Forse il Napoli non meritava la vittoria, ma la voglia e il carattere della squadra di Mazzarri hanno fatto in modo che anche in 10 con il risultato che poteva anche accontentare il Napoli abbia cercato di vincere la partita e ci è riuscito, andiamo ai sedicesimi, la prossima partita in casa contro il PSV sarà solo una passerella per gli azzuri.

Pagella :

Rosati : 4
Dossena : 5
Aronica : 5
Britos : 5
Gamberini : 6.5
Mesto : 5
Behrami : 6
Donadel : 5
Dzemaili : 6.5
Cavani : 7
Vargas : 6

Hamsik : s.v.
Zuniga : 4
Inler : 6

AIK Solna vs Napoli : Europa League presentazione partita

giovedì, novembre 22nd, 2012

Fonte : Calcionapolinews.it

Oggi ( alle 21:05 ) al Rasunda Stadium (Stoccolma), Aik Solna e Napoli si affrontano per il quinto turno del Gruppo F di Europa League. L’Aik , vorrà riscattarsi dalla pesante sconfitta subita nella gara di andata, per mano del Napoli (4-0). La squadra svedese ha gradualmente migliorato il suo rendimento nel Gruppo F. Domani, vincendo a Stoccolma , gli azzurri potrebbero chiudere i conti e mettersi in una posizione tranquilla prima dell’ultima gara contro il Psv Eindhoven.

La formazione: Potrebbero esserci quattro o cinque novità nella formazione nel Napoli che affronterà l’Aik Solna, rispetto all’undici della gara di andata . In difesa, Campagnaro sostituirà lo squalificato Fernandez mentre Britos giocherà al posto di Gamberini sulla sinistra con Aronica centrale. A centrocampo rientrerà Behrami, che ha saltato per squalifica Napoli-Milan. L’unico dubbio di formazione per Mazzarri è il ballottaggio tra Inler e Donadel a contendersi il posto sulla mediana. Sulle fasce, Mesto e Dossena mentre Dzemaili (e non El Kaddouri) sarà il trequartista. In attacco, Hamsik alle spalle della coppia Cavani e Vargas (autore all’andata di una tripletta).

I convocati: De Sanctis, Rosati, Crispino, Aronica, Britos, Cannavaro, Campagnaro, Gamberini, Uvini, Behrami, Donadel, Dossena, Dzemaili, El Kaddouri, Hamsik, Inler, Maggio, Mesto, Zuniga, Cavani, Insigne, Vargas. Assenti: Pandev, che continua a sostenere un lavoro personalizzato e che non ha ancora recuperato e Fernandez squalificato.

QUESTE LE PROBABILI FORMAZIONI:
AIK SOLNA (4-4-2): 27 Turina; 16 Lorentzson, 3 Karlsson, 45 Majstorovic, 4 Johansson; 24 Gustavsson, 7 Danielsson, 10 Borges, 9 Mutumba; 22 Karikari, 75 Bangura. In panchina: 13 Stamatopoulos, 2 Backman, 6 Milosevic, 8 Tjernström, 36 Goitom, 11 Lalawèle, 28 Lundberg. All. Alm

NAPOLI (3-5-2): 12 Rosati; 14 Campagnaro, 6 Aronica, 5 Britos; 16 Mesto, 85 Behrami, 4 Donadel, 20 Dzemaili, 8 Dossena; 9 Vargas, 7 Cavani. In panchina: 1 De Sanctis, 28 Cannavaro, 55 Gamberini, 17 Hamsik, 88 Inler, 18 Zuniga, 24 Insigne. All. Mazzarri

TERNA ARBITRALE: A dirigere la gara sarà il signor Ovidiu Alin Hategan (Romania). Assistenti: Cristian Nicae e Octavian Sovre. Assistenti addizionali: Alexandru Dan Tudor e Sebastian Coltescu. Quarto uomo: Radu Ghinguleac.

DIRETTA TV – ore 21.05 : Italia1, Sky Calcio1, Sky Sport1, Mediaset Premium Calcio
METEO: Coperto, vento moderato, umidità al 98%, temperatura 5°C

Per i risultati e la classifica in tempo reale Vi suggeriamo il sito Livescore

Napoli – Milan 2-2 : abbiamo resuscitato anche loro

domenica, novembre 18th, 2012

Ebbene si, questa sera il Napoli è riuscito nell’impresa ai più parsa impossibile di resuscitare un Milan che dopo 24 minuti era sotto di 2 gol e che se Insigne non avesse avuto paura di tirare invece di passare la palla a Cavani sarebbe stato definitivamente affossato sotto 3 gol nei primi 35 minuti.

Invece è uscito alla distanza il “solito” Napoli, quello delle amnesie difensive, quello che soffre su tutte le palle inattive (i calci d’angolo mettono sempre i brividi ai tifosi azzurri) e che a causa di un allenatore che non ha il coraggio di fare i cambi necessari prima che la frittata sia servita si ritrova a dover addirittura a dover rischiare di perdere la partita.

Ma veniamo con ordine, pronti via ed il Napoli è in vantaggio con Inler che complice anche Abbiati che si butta con 2 ore di anticipo e grazie al pallone che cambia direzione insacca dopo solo 4 minuti.

Il Milan però fa il suo gioco, la squadra c’è ma è il Napoli che alla seconda occasione raddoppia, passaggio ad Insigne in area di rigore, tiro e la palla che complice 2 deviazioni (Acerbi ed ancora Abbiati) termina in rete.

Partita finita ? Assolutamente no, il Milan gioca ed il Napoli in contropiede rischia di fare il terzo gol sempre con Insigne che solo davanti ad Abbiati invece di sfondare la rete pensa di bene di passare a Cavani che però era marcato da un difensore rossonero che lo anticipa, occasionissima sprecata.

A questo punto il Milan al 43° minuto trova il gol con El Sharaawy che lasciato tutto solo sul limite dell’area di rigore infila De Sanctis con un tiro ad effetto, un bel gol da parte del gioiellino rossonero.

Secondo tempo ed il Napoli ha un paio di occasioni per riportarsi avanti di 2 gol, ma a questo punto Mazzarri ne combina una delle sue, toglie Insigne e mette Mesto che in 30 minuti gioca in 3 ruoli diversi, mentre in campo c’è il solito fantasma di Maggio, uno Zuniga stanchissimo che rientrava da un infortunio ed una difesa a tre che veniva sempre presa in 1 vs 1 sulle ripartenze Milaniste.

Proprio su una di queste ripartenze il Milan trova il pareggio sempre con El Sharaawy che servito sul lato sinistro dell’area di rigore infila De Sanctis (che a dire la verità, gol a parte, non è sembrato sicurissimo in alcune occasioni questa sera).

Mazzarri a questo punto toglie Zuniga e mette Dossena e poi fa entrare il “solito” Vargas al posto di Maggio, la partita finisce 2-2 ed onestamente il Milan non ha demeritato il pareggio, quello che il Napoli ha sbagliato è stato non essere cinico nelle occasioni che ha avuto, cosa che al Milan invece è riuscito benissimo.

Gettata via una vittoria così come quella contro il Torino, anche se questa sera non c’è stato il macroscopico errore della difesa ci sono stati tanti piccolissimo errori che hanno portato il Milan a recuperare una partita che non hanno mai pensato di aver perso, a Gennaio urgono rinforzi, una panchina di qualità per dare a Mazzarri delle valide scelte.